Biennale Milano presentata da Vittorio Sgarbi: esposta l’arte materico-informale di Alessandra Turolli


Sta per prendere il via la Biennale Milano, presentata da Vittorio Sgarbi, che vedrà la presenza di illustri personaggi del panorama culturale contemporaneo. L’inaugurazione è prevista per sabato 5 settembre 2015 alle ore 18.30 presso lo storico Spazio Tadini a Milano, con l’organizzazione del manager della cultura Salvo Nugnes. In esposizione artisti di fama, tra cui la pittrice Alessandra Turolli, che propone la sua arte materico-informale di intensa suggestione.

La Turolli spiega “Penso, che sia basilare e primario seguire le proprie tendenze e inclinazioni, ma soprattutto sentire quell’istinto, che viene da dentro l’anima e il cuore. Ho scelto di dedicarmi alle vibrazioni energetiche sprigionate dal colore e dalla materia pittorica, che mi permettono di compiere un profondo viaggio esistenziale di scoperta introspettiva e di condividerlo con lo spettatore, trasmettendo le mie sensazioni e percezioni dentro i quadri. Mi allineo con quanto dichiarato nelle sue -memorie- da Balthus -il pittore non è nulla nell’avventura della pittura, è solo una mano, uno strumento che comunica e conduce, procede talvolta alla cieca, agendo come un trasmettitore del sogno, di ciò che è ancora ignorato, illeggibile e segreto”.

Sulla sua peculiare espressione stilistica, è stato commentato “L’arte pittorica della Turolli si inserisce nel multiforme e variegato filone dell’informalismo materico tendente all’astratto, con riferimenti e richiami al simbolismo mistico-esoterico e a chiavi di lettura interpretativa di tipo metaforico e di matrice allegorica e allusiva. È un’arte d’impronta psichica e fortemente evocativa, che alimenta le percezioni sensoriali e stimola la riflessione esistenziale nel fruitore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *