Autotrasporto, cresce l’occupazione in Francia


L’autotrasporto in Francia conferma di essere un settore fondamentale per l’economia nazionale non solo dal punto di vista produttivo ma anche sotto l’aspetto occupazionale. A dircelo è il rapporto annuale di OPTL – l’Osservatorio sulle prospettive del lavoro nel trasporto e nella logistica – che sottolinea il trend positivo dell’occupazione nel comparto, con una crescita del 2% nel 2015: un dato che dimostra la capacità di questo settore di assorbire un numero considerevole di persone in cerca di un lavoro.

I numeri ufficiali al 31 dicembre 2015 parlano di 669.000 dipendenti, metà dei quali (338.112) impiegati nel trasporto merci, con più 12.800 unità rispetto all’anno precedente. Ad essere coinvolte da questo crescita tutte le categorie del trasporto, in particolare quella passeggeri (+3,1%) e ambulanze (+2,9%); in leggera flessione il settore leasing (-0,7%) e quello traslochi (-0,8%).

L’aumento dei posti di lavoro riguarda in parte anche il trasporto autovetture, un tipo di attività che rientra certamente nella categoria del trasporto merci. Insomma, la Francia conferma la sua importanza per quanto riguarda i trasporti, e non potrebbe essere altrimenti se consideriamo la centralità che assume nella logistica europea.

Se il 2015 è stato un anno positivo, quello appena concluso lo sarà ancora di più, sempre secondo le stime del rapporto OPTL: il 2016, infatti, dovrebbe aver registrato una crescita ancora più elevata in termini occupazionali ( 2,8%), nonostante la maggiore difficoltà di trovare un impiego nel trasporto persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *