Arriva Amarcord tra le barche storiche di Rimini


Trabaccoli, lance, lancioni, battane e bragozzi, da Cervia a Cattolica passando per Rimini le barche storiche della romagna tengono in vita la tradizione marinara e ora se ne è aggiunta una nuova.
Il lancione in questione è un due alberi del 1951 che verrà chiamato “Amarcord” del resto abbiamo chiamato così anche le camere del nostro hotel Lily di rimini, hotel 2 stelle a rimini marina centro.
Il barcone è lungo sui 12/13 metri e il 9 luglio, dopo alcuni lavori di restauro che lo hanno riportato all’antico splendore, tornerà in acqua stavolta non più per lavorare (era una vongolara) ma per tenere alto il nome della marineria.
Quella del lancione Amarcord è solo una delle iniziative che questa estate vedono impegnati i cento attivisti delle diverse associazioni di vele storiche romagnole riunite nella “Mariegola delle vele al terzo e delle barche da lavoro delle Romagne, e a questi eventi sono tanti gli hotel rimini che si sono ispirati per creare
offerte luglio all inclusive rimini.
Poco tempo addietro Rimini ha ospitato il nono raduno dell’Associazione Vele al Terzo di Rimini.
Un appuntamento che coincide con l’inizio del biennio di presidenza riminese affidata ad Aleardo Cingolani.
Il compito dell’associazione è di salvare le barche storiche, mantenerlle e valorizzarle perchè sono un patrimonio importante per la cultura riminese e anche un patrimonio per lo sviluppo del turismo romagnolo.
Il barcone Amarcord sarà la barca simbolo di Rimini, così come Saviolina e Teresina sono rispettivamebnte i simboli di Riccione e Bellaria.
Dopo il raduno riminese sono tanti gli appuntamenti che aspettano le vele storiche romagnole.
Tra questi da segnalare ad inizio agosto un raduno a Porto Garibaldi dove sarà ricostruita la famosa fuga di Garibaldi con Anita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *