Amate lo sci fuoripista? Alcuni consigli utili da seguire


Sciare fuori pista è un’esperienza davvero da brividi perché ci pone in contatto con la natura e con tutto ciò che è incontaminato. Basti pensare alle scie che si disegnano passando sulla neve fresca intonsa.

Certo è che sciare in queste condizioni non è per tutti e ci sono ovviamente delle regole e dei consigli da seguire perché potrebbe essere pericoloso. Prima di tutto prima di avventurarsi in una esperienza del genere bisogna essere consapevoli dei propri mezzi e limiti e magari controllare il Meteo per non incappare in una bufera che non sarebbe così piacevole.

Altro passo importante è l’equipaggiamento, infatti uno adeguato ci dà la possibilità di ridurre notevolmente i pericoli insiti nella pratica escursionistica; per il fuori pista si raccomanda ARVA, PALA e SONDA sempre al seguito.

Alcuni piccoli accorgimenti vanno poi presi in considerazione, come: evitare le zone sottovento e dominate da cornici, i pendii aperti ed uniformi, o quelli che presentano bruschi cambi di pendenza ed i canaloni sono da considerarsi zone sospette, gli attraversamenti di pendii aperti vanno il più possibile evitati, risalendoli o scendendoli lungo la linea di massima pendenza. Inoltre bisogna cercare di evitare l’attraversamento in zone sospette che confluiscono i crepacci, salti di roccia, pietraie affioranti e ricordare che le scie vecchie non sono un indice di sicurezza perché col tempo la situazione della neve e le caratteristiche della montagna potrebbero essere cambiate.

Per essere sempre collegati in qualche modo con “il resto del mondo” sarebbe bene avere un telefonino con se e magari con qualche programma specifico con Meteo Italia Interattive che ci possa dare notizie sul vento e le temperature, le precipitazioni nevose, la pendenza del terreno (tra i 27° e i 45°), l’esposizione dei versanti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *