Abbattere i costi di gestione di una stampante

Tra acquisto del dispositivo e successiva gestione, la stampante impone di affrontare una serie di costi; costi che, attraverso un approccio attento e mirato, possono essere contenuti in modo significativo. Vediamo insieme come!

Puntare sulle inkjet

Fondamentalmente, il mercato dei device di stampa si suddivide tra due tecnologie: le inkjet, che utilizzano la tecnologia del getto d’inchiostro, e le laser, che utilizzano, ovviamente, la tecnologia laser. Tra le due, quelle inkjet permettono un maggior risparmio sia in fase di acquisto e sia nel momento di sostituire il serbatoio. Le cartucce utilizzate dalle tecnologie a getto d’inchiostro sono infatti più economiche dei toner (anche se molto meno durature); senza dimenticare che soluzioni alternative e low cost come le cartucce compatibili e le rigenerate possono ridurre ulteriormente la spesa, a fronte di performance adeguate allo scopo, almeno che non necessitate di stampe professionali.

Scegliere il font giusto

Anche la scelta del font ha un impatto significativo sul consumo di inchiostro, soprattutto se siete soliti stampare file di testo. Tra i font comuni, quelli che riducono maggiormente il fabbisogno di inchiostro sono Garamond (prima scelta), Times New Roman e Calibri. Una soluzione ancora più efficace è rappresentata da Ecofont, un formato sviluppato appositamente per ridurre al minimo l’utilizzo di inchiostro e caratterizzato da micro-forellini, impercettibili all’occhio umano ma funzionali allo scopo.

Le configurazioni di Word

Almeno che non abbiate bisogno di una stampa di assoluto livello, è sempre consigliabile stampare in modalità “bozza veloce”, che permette di ridurre al minimo i consumi. Per configurare l’opzione con Word è sufficiente cliccare su File→ Stampa → Proprietà di Stampa.

Revisionare il documento

Sarà anche una banalità, a parole, ma nei fatti capita molto spesso di stampare frettolosamente un documento per poi accorgersi che sono presenti refusi o imprecisioni. Prima di mandare un documento in stampa, occorre sempre prendersi qualche minuto per dare un’ultima occhiata e assicurarsi che sia tutto a posto. Anche l’impaginazione deve essere verificata accuratamente attraverso la funzione “anteprima di stampa”.